Campionato italiano Triathlon medio – Lovere

Per la quarta volta medaglia d’argento al campionato italiano di lungo. Purtroppo arrivavo da una settimana pessima. Le sensazioni pre gara erano abbastanza preoccupanti… una stanchezza che lasciava poche speranze a una prestazione di primo piano. Anche nel giro in bici del Sabato facevo una gran fatica nel provare la salita. Sicuramente ho sbagliato qualche cosa negli allenamenti di avvicinamento. Spesso si tende ad esagerare pensando che l’allenamento non sia mai abbastanza. Molte volte il riposo è il miglior allenamento, specie nella settimana della gara.

Alla vigilia era preannunciata la sfida tra me ed Alessandroni. Così e stato anche se non appieno come avrei voluto.

Esco dall’acqua con cinque minuti esatti da Alberto e parto in bici. Subito sento le gambe che non andavano e, di aggiunta, un problema che mi assilla da inizio stagione… un forte mal di schiena che mi si ripercuote anche sulla gamba destra.

Faccio il mio ritmo ma le cose col passare del tempo peggiorano. La gamba destra non ne voleva sapere di spingere al 100%. Fattostà che perdo altri 5’ in quella che dovrebbe essere la mia frazione di forza. Scendo in seconda posizione e, con ormai il cuore rassegnato, parto per gli ultimi 21km a piedi. Un distacco di 10’ dalla testa è veramente troppo. Recupero chilometro dopo chilometro. L’entusiasmo del pubblico sale a dismisura. C’era molto più tifo per me che non per Alessandroni che comandava la gara. Mi avvicino sempre più. Il mio passo sempre costante tra 3’30” e 3’35”/km mentre quello di Alberto cala sempre di più complice anche una crisi sul finale. Il tifo e l’entusiasmo salgono a dismisura ma ormai i chilometri sono finiti. Nell’ultima frazione recupero 7’30” e chiudo a 2’30” dal vincitore. Un vero peccato perché con una mia normale prestazione si poteva anche vincere però il fisico ogni giorno è diverso dal giorno prima e la prestazione ne consegue. Vince sempre chi taglia per primo la linea dell’arrivo perciò i complimenti vanno ad Alberto neo campione italiano. Il mio solito show di recupero non è stato completato la 100%… peccato, ma pensiamo alla prossima.